lunedì 14 febbraio 2022

Demografia e nazionalismi

"Nazionalisti ma non esclusivi", questa la grande sfida degli Stati Uniti, l'eterna sfida. I paesi nazionalisti hanno una spinta demografica che manca ai paesi semplicemente "identitari", come il Giappone. Il nazionalismo dovrebbe portare con se, pare necessariamente, l'esclusività, cioè il ripudio per chi non appartiene alla nazione. Ma il nazionalismo americano è su base idealistica - libertà, individualismo - e non su base etnica-storica-religiosa (e nemmeno linguistica), com'è invece il principio identitario giapponese. Per sperare in una ripresa demografica, il Giappone - ma anche i paesi europei (soprattutto Italia e Germania) - dovrebbero rifondare il proprio principio identitario su basi idealistiche e non più culturali, storiche o religiose. (L'unico grande paese europeo con basi identitarie idealistiche è la Francia.)

Nessun commento:

Posta un commento

Meglio una civiltà più viva o una civiltà più giusta?

Prendiamo la nostra civiltà, o “società”, ormai le due cose si equivalgono visto che appare “civile” solo quanto è sufficientemente “sociale...